2862
Image 0 - Chiesa di S. Nicolao
Image 1 - Chiesa di S. Nicolao
Image 2 - Chiesa di S. Nicolao
Image 3 - Chiesa di S. Nicolao
Image 4 - Chiesa di S. Nicolao
Image 5 - Chiesa di S. Nicolao
Image 6 - Chiesa di S. Nicolao

Chiesa di S. Nicolao

Descrizione

Chiesa benedettina del XII secolo (1168), è la più antica delle chiese romaniche della Leventina. L'edificio è rivestito in granito a conci di varia altezza ed è stato restaurato nel 1945 da P. Mariotta.

La facciata è a capanna, una bifora e un'apertura cruciforme alleggeriscono il frontespizio che sorpassa la linea del tetto a due spioventi: quattro lesene con due archi pieni la dividono in tre parti; ai lati del portale due colonne sono rette da due leoni.

Il presbiterio, quadrangolare, è più basso della navata e accoglie l'abside. Il fianco nord presenta una slanciata lesena ed incorpora il campanile; il fianco sud ha un portale inserito tra alte lesene riunite da un arco ed è decorato da colonne con capitelli di diversa fattura, stipiti e mensole con due teste umane; a destra, sopra una colonnina, un bassorilievo con figura.

All'interno spaziosa navata con pareti di granito come all'esterno.Il pavimento, le capriate e la travatura del tetto sono state rifatte nel 1945. Una scala conduce al presbiterio coperto da una volta che si apre sulla navata con un arco a tutto sesto. Dal pavimento una scalinata scende nella cripta a tre piccole navate, divise da cinque coppie di colonne con capitelli ornati da bassorilievi, mirabili per la decorazione floreale e animale in cui, come osserva Piero Bianconi, l'autore si esprime con fertile fantasia e fermezza di stile.

Sempre il Bianconi nota che la bellezza compositiva dell'edificio è affidata: "all'esatto gioco delle proporzioni, alla perfetta consonanza delle parti: come l'abside si innesta con agevole eleganza sulla navata, così il campanile si stacca dal corpo della chiesa, le lisce pareti di conci alternati alti e bassi ricevono le poche finestre e sono coronate dalla continua archeggiatura con nobilissima semplicità e tutto l'edificio ha un'euritmia, un valore armonico che sorprende".